Toni Guido feat. Peppoh, il nuovo singolo “Metropolitano”

Il cantante e compositore Toni Guido, con una solida esperienza alle spalle, torna in grande stile sulla scena musicale partenopea con un inedito innovativo e ricco di sonorità. È uscito su tutte le piattaforme digitali martedì 2 novembre, il singolo “Metropolitano” di cui é autore e arrangiatore con la straordinaria partecipazione di Peppoh. Il groove e il testo rappresentano un lavoro ricco di ricerca e sperimentazione musicale. Il connubio con l’artista Peppoh nasce dall’esigenza di fondere tra più vari generi musicali dando vita ad un sound originale ed innovativo: ritmo, melodie e sonorità ben assortite nel nuovo brano. 

Le parole dell’artista: “METROPOLITANO” è il mio diario di bordo, un percorso fatto di rinunce e di scelte prese e subite, torti ricevuti e soddisfazioni mai regalate, sempre raccolte con le unghie e con i denti. Vuole essere il grido di chi non ha avuto mai voce, l’urlo dei meno fortunati di quelli sfruttati, violentati, di tutti i talenti calpestati mai riconosciuti, la voce dei figli della periferia.

All’interno del brano che ho arrangiato e prodotto, ho voluto un altro figlio di questa terra che da anni rappresenta in modo illustre la scena rap della Napoli Nord, con le sue barre affilate e precise dipinge quadri realistici e mai oleografici. Avevo bisogno del suo taglio per apportare maggiore forza al messaggio che ho la necessità di divulgare e che segna il mio ritorno da cantautore dopo tanti anni”. 

Ascolto su tutte le piattaforme: http://hyperurl.co/metropolitano

GLI ESORDI 

La carriera di Toni Guido inizia nel lontano 1998 in Rai, nel pieno dell’adolescenza, come studente e cantante del programma GAP Generazioni Alla Prova per Rai sat 3. A teatro nel cast di “C’era una volta…Scugnizzi” di Claudio Mattone dal 2005 al 2011. Passando per “Anime Napoletane, L’arca di Giada, Rimini Anni 60, Odissea the Musical, Roma Caput Mundi”. E tante altre esperienze televisive da 

Domenica In, a The voice of Italy, passando per X Factor, Telethon, Napoli Prima e Dopo fino ad arrivare a Made in Sud con i Sud58, realizzando il primo lavoro discografico “Una fantastica idea”. 

Nel corso degli ultimi anni in qualità di vocal coach e producer ha fondato diverse sedi in Campania, (distribuite soprattutto nelle periferie) per la formazione artistico/canoro alla ricerca di talenti da formare e produrre. 

“Ho sempre pensato che nelle periferie ci fossero talenti veri che stentano a venir fuori perché per loro tutto pesa il doppio, come se la periferia fosse un sistema solare diverso dove l’aria è più pesante, dove tutto è più difficile. Io sono uno di quei figli che ha scelto di aprire il suo studio di produzione in quei luoghi, dove vive e milita dal 2014 in pianta stabile e crede che chi nasce con queste limitazioni ha bisogno di estrema forza ed impegno per vincere” – dichiara l’artista.