Batman-v-Superman-Dawn-of-Justice-Logo

La fisicità di Ben Affleck è quella più vicina all’uomo pipistrello che abbia mai visto e smettiamola con il perbenismo legato all’affetto per la trilogia di Nolan ricordandoci che, quando uscì, il novanta per cento di quelli che oggi la osannano aveva storto il naso, è sempre così per le opere che seguono altre opere di similari argomenti o trame, quindi azzeriamo il giudizio a prescindere e godiamoci questa ottima opera di Zack Snyder a tratti surreale ma, per rientrare nei ranghi, basta ricordare che si tratta di supereroi da fumetto. La cupidiglia di Batman, rappresentata dal serioso azzeccatissimo Affleck, al divismo di Superman, un Henry Cavill che non suscita emozioni palpabili; tra inquadrature dall’alto che fanno trattenere il fiato, agli effetti speciali dei superpoteri all’azione. Non era facile superare il fronte raggiunto da Nolan ed è probabilmente questo il motivo che ha spinto Zack a ripartite laddove il visionario Chris si era fermato, presentandoci un Batman non giovane e provato dalla solitudine che ha acquisito una consapevolezza della legge che va oltre ogni comprensibile limite superato dall’uomo d’acciaio che utilizza i suoi poteri per prevalere sugli altri a discapito di tutti. Batman è il solito giustiziere verso cui si muove un moto di rispetto, Superman il pivello supereroe che sembra quasi dover imparare dal collega veterano. Uno scontro che non avviene mai totalmente si assorbe nel connubio che i due creano per sconfiggere, insieme a Wonder Woman, personaggio piuttosto superfluo ma stranamente necessario in combattimento, la bestia criptoniana creata da Lex Luthor, stranamente capellone poi familiarmente pelato, un buon Jesse Eisenberg che fortunatamente non trasborda di pazzia altrimenti sarebbe scaduto nel ridicolo. In conclusione: tutto molto buono ci piace questo nuovo Batman dall’impostato fisico di Affleck, nulla da dichiarare su Superman e Wonder Woman, bella fotografia e inquadrature, Hans Zimmer come sempre continua a fare buona musica in un tripudio di effetti speciali che rendono il film davvero appetibile. Ottimo lavoro, Zack già ansimiamo per il sequel!

@Concya87