maxresdefault

Ieri mattina al cinema Adriano di Roma si è tenuta la conferenza stampa de La Macchinazione, il thriller biografico diretto da David Grieco con protagonista Massimo Ranieri e interpretato, tra gli altri, da Libero De Rienzo, Matteo Taranto, Alessandro Sardelli e Milena Vukotic. La Macchinazione è ambientato nell’estate del 1975 e svela un tragico mistero, a distanza di quaranta anni dalla scomparsa dello scrittore, concentrando il racconto negli ultimi mesi di vita di Pier Paolo Pasolini, impegnato nel montaggio di Salò o le 120 giornate di Sodoma, conosce il giovane Pino Pelosi. Il furto del negativo del film in produzione, dagli stabilimenti della Technicolor, nell’agosto dello stesso anno, fa scattare la trappola che porterà alla morte dell’artista nella notte tra il primo e il due novembre dell’anno rappresentato.

È stato un atto di coraggio fare questo film. Ho dovuto superare molti ostacoli. Spero che La Macchinazione faccia discutere come il cinema di tanti anni fa” ha dichiarato il regista David Grieco e a chi gli chiede perchè non abbia presentato il film in un festival risponde: “Questo film deve uscire prima in Italia. All’estero l’omosessualità di Pasolini non è mai stata un problema mentre qui la gente lo ha sempre accusato di pedofilia. È molto importante che La Macchinazione esca in Italia, i Festival verranno dopo. Di tutte le fandonie e le mistificazioni il delitto di Pasolini è sicuramente il caso che ne contiene di più. Basti pensare che della tesi ufficiale non è vera neanche una parola. Per questo ho deciso di fare questo film. Ho voluto riaprire il caso” ancora oggi avvolto nel mistero.

Ad interpretare Pasolini è Massimo Ranieri che grazie all’impressionante somiglianza dichiara: “Non ho dovuto truccarmi ma solo mettere i suoi occhiali inconfondibili. Ho accettato subito la parte perché La Macchinazione, a differenza di altre opere, non tratta solo la sua omosessualità. Sono anni che mi offrono questo ruolo ma ho sempre rifiutato perché è un uomo troppo complesso per essere rappresentato in un film. La sceneggiatura di David mi ha convinto. Ero spaventato di interpretare Pasolini. Il giorno di inizio delle riprese mi è venuta una malattia psicosomatica che mi ha fatto ritardare l’impegno sul set di una settimana.”

La Macchinazione verrà distribuito da Microcinema in 120 sale italiane il 24 marzo 2016.

@Concya87